TEBAIDE MEDIA S.r.l.

E’ l’agenzia che ha creato il nostro sito e che ci fornisce l’assistenza tecnica per supportarlo e aggiornarlo. Tebaide è anche nostro sponsor, perché per noi ha creato condizioni ideali di costo e di assistenza. Ma, se dobbiamo dirla tutta, è proprio nel loro stile essere vicini ai loro clienti e creare per loro le condizioni giuste per darsi visibilità. Vi raccontiamo come.

Parla Chiara Musesti che insieme a Massimiliano Tonghini(Max) sono titolari dell’Agenzia.“Siamo nati come WEB Agency di comunicazione a seguito di un incontro fortunato: Max aveva creato una sua attività di comunicazione e web per permettere alle realtà aziendali – hotel in particolare – di darsi visibilità sul Web, nell’86 all’inizio dell’era informatica, quando ancora nessuno conosceva questo strumento. Max è stato uno dei pionieri per passione; e sempre per passione negli anni ’96 e ‘97 è venuto a fare il volontario all’ANFASS di Toscolano-Maderno, dove io facevo l’educatrice. In particolare io allora mi occupavo del laboratorio di informatica, per l’inserimento lavorativo attraverso il mezzo informatico, delle persone con disabilità. Allora collaboravo con il Centro Don Gnocchi di Bologna e l’ANFASS di Milano, e anche noi eravamo pionieri in questo campo: la biblioteca di Brescia ci forniva un lavoro di archiviazione dei dati prestito e reso dei suoi libri. Mi ricordo che soprattutto con le persone affette da Sindrome di Down si lavorava benissimo: erano delle macchine da guerra una volta imparata la procedura! E’ stato bellissimo perché erano davvero i primi anni di sperimentazione dell’ausilio.

Poi è arrivato Max, lo sviluppatore di software, ed è partito tutto un mondo: abbiamo cominciato a creare CD culturali per i comuni del Garda e per la Valvestino, dove con l’apporto di tutti i nostri laboratori del CFPH (fotografia, grafica, arti pittoriche, scrittura, ecc.), trasformavamo l’esperienza dei laboratori in supporto informatico, che i Comuni utilizzavano per far conoscere il proprio territorio al turismo. Oltre a ciò avevamo realizzato un bellissimo gioco informatico per far imparare alle persone con disabilità come muoversi all’interno di una città: era una papera disegnata nel laboratorio d’arte che doveva capire quando attraversare la strada – tipo un giro dell’oca interattivo – fare numeri telefono, attraversare la strada, non buttare la carta per terra, in modo da lavorare sulle prime autonomie. Questa papera simulava l’autonomia del ragazzo: insegnava cosa chiedere nel bar, come pagare, cosa comprare per uscire dal negozio. Tutto questo l’ha fatto Max coi ragazzi e la mia collaborazione – parte teorica la mia e pratica la sua.

Poi l’ANFASS di Toscolano-Maderno ha passato un momento di crisi e il mio servizio doveva essere trasferito a Brescia, ma per me era un disagio questa nuova mobilità, così con Max abbiamo creato prima una SNC (Tebaide WEB e Comunicazione), ed ora Tebaide Media S.r.l.: lui WEB e io comunicazione. Abbiamo tenuto tirocinanti disabili per 2 anni per fare esperienza, perché ho fatto fatica a cambiare lavoro: mi piaceva troppo fare l’educatrice.

Col tempo l’Agenzia ha allargato la clientela ed ora abbiamo 2 ragazzi fissi, fotografi free-lance, persone che scrivono per noi testi copyrighter per il WEB, una collaborazione con un’azienda di traduzione che lavora con noi. Il nostro core-business sono gli hotel, e siamo preparati a far si che l’hotel venga visto nel WEB a livello geolocalizzato. Lavoriamo per Germania, Inghilterra, Paesi Bassi ma non solo: creiamo i siti in lingua con tutti i testi orientati e programmati in modo corretto, perché le parole chiave non devono essere italiane ma quelle della lingua del cliente.

In questo momento di grande crisi, anche noi la stiamo vivendo perché gli hotel sono in ginocchio e ora dobbiamo decidere – non senza paura – se fermarci e riprogrammarci per rivedere altri mercati; o vedere come sostenere gli alberghi che sono in ginocchio.

Per sostenere gli alberghi abbiamo cominciato a lavorare affinché vengano creati gli shop on-line che sono già super popolari: vorremmo cercare di promuovere prodotti semplici legati al territorio e alle realtà che conosciamo che sono l’albergo a conduzione famigliare del Garda e che produce olio, limoncello, marmellate, per incentivare la conoscenza e l’acquisto di questi prodotti in modo che l’hotel intanto possa vendere il prodotto, per non farsi dimenticare, fino a quando il cliente potrà tornare ad essere ospite in presenza. Ci sono cantine che hanno scelto di vendere on line; frantoi che ora stanno vendendo bene.

Max, super positivo, sta programmando a più non posso. Siamo in smart working, e in teleconferenza con i clienti. La nostra modalità di lavoro non è cambiata, salvo trovarci ora in una fase consolatoria verso i nostri clienti, con uno sportello che dà consigli, per non perdere la speranza, e affinché tutto possa cambiare in maniera intelligente. Facciamo tante newsletter per far conoscere il lago di Garda. Incentiviamo gli hotel a parlarne sui social e sui siti, per dare visibilità alle cose particolari, come le tradizioni, la raccolta dell’uva, dell’olivo, dei limoni. Una comunità che si racconta creerà una clientela curiosa di venire a trovare il paese raccontato.

Ancora, stiamo pensando di fare formazione: dei video su come fare a gestire il sito, per aumentare le competenze informatiche e comunicative. E’ un servizio in più che ci distingue. Aziende come noi ce ne sono migliaia; inoltre sono 3.000 i siti gratuiti che puoi scaricare. Invece noi siamo piccoli, ma cerchiamo di curare, suggerire e formare. Se aumenta la tecnologia è importante che si alzi anche il livello di assistenza: e noi da sempre siamo per un’assistenza più umana, di relazione e interazione con il cliente. E’ il nostro stile: essere social! “

 

 

Sandra Vincenzi

Iscriviti alla Newsletter

Accetto condizioni sulla privacy. Leggi